Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

IAP

Dot.safe una costola di IAP -- Internet Action Plan

Dot.safe è uno di sei progetti pilota creati dalla Comunità Europea riguardo l’Internet Action Plan (IAP). Lo scopo dello IAP è quello di accrescere la sicurezza in Internet per i cittadini europei, mentre lo scopo del progetto Dot.Safe è quello di accrescere la consapevolezza degli insegnanti, le pubblicazioni e le soluzioni riguardo la sicurezza in Internet nelle scuole. Il progetto Dot.safe copre un arco che va dal gennaio 2001 al giugno del 2002 ed è coordinato dall’European Schoolnet. I 23 paesi membri saranno coinvolti a differenti livelli in una raccolta di importanti informazioni ordinate o disseminate tra loro.

I partners:

  • Ministry of Education and Science, Sweden (on behalf of EUN)
  • Académie de Grenoble – Centre Académique de Ressources et de Maintenance Informatique-Internet (France)
  • Consorzio Hermes (Italy)
  • Fundacio Catalana per a la Recerca (Spain)
  • Istituto nazionale di documentazione per l'innovazione e la ricerca educativa (Italy)
  • National Board of Education (Finland)
  • National Centre for Technology in Education (Ireland)
  • Norwegian Board of Education (Norway)
  • Technology Colleges Trust (UK)
  • Akademska in raziskovalna mreža (Slovenia) – Associated partner
  • City of Stockholm (Sweden) – Associated partner.

Gli obiettivi

Per Giugno 2002:

  • Identificazione e revisione di campione significativo sul tema della conoscenza e dei mezzi disponibili per la sicurezza in Internet nelle scuole e l’importanza che il problema riveste in almeno otto paesi europei. Risultato previsto: resoconto ampio ed esauriente sulla situazione attuale e una pratica più efficace nell’uso di Internet e ricerca su un campione di almeno 50 persone, preso dal mondo dell’istruzione e dell’industria in almeno 6 paesi.
  • Identificare l’utenza e il modo migliore per far presa su di essa. Risultato previsto: una categorizzazione utile e valida di utenti finali e moltiplicatori e come raggiungere questi ultimi.
  • Sviluppare argomenti e strumenti per il testing nei diversi paesi. Risultato previsto: un insieme di fonti pronte per il testing per un’utenza definita nei diversi paesi.
  • Testare materiali e strumenti in almeno cinque paesi diversi tra loro. Risultato previsto: un insieme di materiale testato e versatile pronto per un uso su larga scala.
  • Iniziare un’ampia diffusione dei risultati attraverso la rete EUN con i suoi 23 canali nazionali, come supporto agli sforzi fatti. Risultato previsto: un più alto livello di sicurezza e di consapevolezza nell’uso di Internet e una miglior pratica attraverso un percorso da seguire per una selezione di insegnanti europei.
  • Incremento di materiali sulla crescente consapevolezza diffusi dai vari ministeri della pubblica istruzione europei per le scuole.
  • Preparare un ampio piano di completamento, affiancato al più vasto lavoro dello IAP e ad altre attività nazionali ed europee.

Aree di lavoro:
  • Individuazione dell’utenza, degli elementi e degli strumenti (WP1): identificazione di categorie di utenti di Internet tra gli insegnanti, attenzione particolare alle loro preoccupazioni, collocazione delle risorse, soluzioni e addestramento finalizzato all’acquisizione di una maggiore consapevolezza della sicurezza in Internet nelle scuole. Nel progetto si lavorerà con un insieme di gruppi partners per identificare e fornire strumenti che andranno costantemente aggiornati durante la durata del progetto.
  • Sviluppo di nuovi materiali e soluzioni tecniche e rielaborazione e attualizzazione di quelli esistenti (WP2): i materiali selezionati e le soluzioni tecniche volte ad incrementare la consapevolezza del problema verranno tradotti, adattati e preparati per un uso più generalizzato.
  • Testing e valutazione (WP3): l’insieme dei partners del progetto fornirà una opportunità unica nello sperimentare vari approcci e nel ricavarne risultati sistematici nel corso del proprio lavoro.
  • Sviluppo di progetti adattabili a situazioni diverse (WP4): creazione di uno studio pilota sul testing, in qualche modo già esistente su larga scala; i progetti verranno sviluppati per avere una loro incidenza sugli insegnanti e su altri utenti con lo scopo di creare un corpo insegnante consapevole dei danni potenziali di Internet e di soluzioni pratiche che ne rendano sicuro il suo uso da parte dei giovani studenti europei. Le prime informazioni verranno diffuse attraverso i canali EUN, gli eventi e i siti web per accelerarne l’adozione nelle scuole.

Progetto Itaca

Progetto ITACA

Il Progetto ITACA propone ai docenti degli Istituti Tecnici ad Indirizzo Informatica e Telecomunicazioni un percorso formativo innovativo per i propri studenti (link).

Progetto HeLPS Tranfer

Logo del progetto HeLPS Tranfer

Cerca